Programma di governo scientista

Di seguito, sei punti programmatici (fra tanti altri proponibili) di una inverosimile candidatura scientista al governo dell’Italia del 2020, allo scopo di provare seriamente ad eliminare sprechi, corruzione, mafie, poverta’, disoccupazione e debito tecnologico. Meglio far da noi che trovarceli imposti a seguito di insolvenza?

1- SpazzaSprechi: Digitalizzazione completa e centralizzata della Pubblica Amministrazione, dei servizi al cittadino, degli appalti pubblici di qualsiasi ammontare;

2- SpazzaCorruzione: Eliminazione totale del contante, ogni transazione sara’ tracciata ed in capo ad un unico codice fiscale o partita iva;

3- SpazzaMafie: Legalizzazione delle sostanze stupefacenti, che saranno distribuite solamente dallo Stato come le sigarette ed il gioco d’azzardo;

4- SpazzaFame: Assistenza minima gratuita in forma di cibo artificiale a sostituire ogni altra forma di sussidio pubblico universale alla poverta’;

5- SpazzaDisoccupazione: Ogni cittadino maggiore di quattordici anni dovra’ essere impiegato fra l’una e le quaranta ore la settimana su lavori di pubblica utilita’;

6- SpazzaDebitoTecnologico: Almeno il 4% del PIL su ricerca e sviluppo tecnologico invece dell’1.3% attuale, con un nuovo IRI al Sud per modernizzarlo davvero.

Vorremmo far intendere che esistono maniere per affrontare di petto alcuni degli enormi problemi che rallentano l’Italia rispetto ad altri Paesi di simile struttura, vale a dire Germania, Francia e Regno Unito, fino a Corea del Sud e Giappone. In alcuni Stati piu’ piccoli o piu’ agili, una o piu’ di queste maniere sono gia’ in fase di test o implementazione. Quel che a prima vista punterebbe ad una distopia basata su un rigido controllo centrale a scapito delle liberta’ dell’individuo, potrebbe altresi’ scuotere un Paese grande ma ingessato e bisognoso di Riforme che lo rimettano in moto?

Annunci